IISS VOLTA DE GEMMIS

/IISS VOLTA DE GEMMIS
IISS VOLTA DE GEMMIS2018-10-08T12:59:32+00:00

Dal 1 settembre 2016 l’Istituto Professionale “De Gemmis” di Terlizzi, per Delibera della Regione Puglia pubblicata sul BURP N. 9 del 29/01/2016, è stato aggregato all’Istituto Tecnico “Alessandro Volta” di Bitonto. La nuova istituzione scolastica, denominata I.I.S.S. “VOLTA-DE GEMMIS” ha sede centrale in Bitonto.

Gli indirizzi dell’offerta formativa sono i seguenti:

  • Tecnico Tecnologico (Meccanica e Meccatronica, Energia, Elettronica ed Elettrotecnica, Informatica e Telecomunicazioni, Chimica, Materiali e Biotecnologie)
  • Professionale (Socio sanitario, Commerciale, Agricoltura e Sviluppo Rurale, Elettrico, Moda, Chimico – Biologico)

L’offerta formativa è finalizzata prioritariamente all’inserimento lavorativo degli studenti, nei diversi settori tecnici e di servizio collegati ai macrosettori economico-produttivi della regione Puglia e dell’Italia.

L’impegno della scuola è costante per proporsi come soggetto che dialoga con il territorio e prepara al meglio i giovani per inserirsi nel mercato occupazionale, privilegiando una didattica laboratoriale, centrata sulla pratica e non sulla teoria. Questo impegno non soltanto incontra la soddisfazione degli allievi e delle famiglie, ma anche delle aziende del territorio che inseriscono gli studenti nei percorsi di alternanza scuola – lavoro: il livello di gradimento espresso da allievi, famiglie e altri soggetti del territorio, ha determinato per l’IISS “Volta-De Gemmis” il riconoscimento di scuola con miglior rapporto tra studenti occupati e coerenza del lavoro con gli studi realizzati, segnalata all’interno del rapporto di ricerca “Eduscopio 2017”, redatto da Fondazione Agnelli ed incentrato sui migliori Istituti di scuola secondaria superiore d’Italia.

La mission dell’Istituto, accessibile dal sito della scuola, viene descritta come impegno nel recepire i fabbisogni del territorio e della comunità e nel cooperare con gli attori locali, con le famiglie, per ottenere il successo formativo di tutti gli studenti. Per la scuola i risultati di profitto e di successo formativo non sono da ritenersi imputabili esclusivamente alla dirigenza scolastica ed ai docenti, ma bensì a tutto il personale scolastico ed alla collaborazione e scambio continuo con genitori, imprese, altri Istituti scolastici e formativi, amministratori locali.

Il contesto socio-economico da cui provengono gli studenti della scuola è complesso, caratterizzato da elevata disoccupazione, un 15% di lavoro sommerso e irregolare, crescente criminalità organizzata, crescente disagio giovanile e uso dilagante di droghe. Il bacino degli studenti proviene da Bitonto e dai Comuni delle aeree limitrofe; da ciò deriva l’elevata percentuale di allievi pendolari che raggiunge il 46% della popolazione scolastica. Le famiglie da cui provengono gli allievi sono nuclei parentali che vivono in condizioni economiche svantaggiate, per cui la priorità degli studenti è l’occupazione e dunque, l’autonomia economica a breve termine, una volta terminato il ciclo di studi, (Fonte: PTOF 2016-19).

L’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Volta-De Gemmis” negli anni ha sviluppato ampie progettualità che potessero, da un lato, qualificare l’offerta formativa, allo scopo di sostenere il più possibile l’occupabilità degli studenti una volta acquisito il Diploma, dall’altro gli consentissero di proporsi come interlocutore positivo, promotore di opportunità educative, culturali, ricreative capaci di “togliere i ragazzi dalla strada”.

Un primo progetto che testimonia tale impegno è rappresentato dal “PROGETTO LEGALITA’”: l’Istituto di Bitonto fa parte di una rete regionale comprendente tredici scuole di ogni ordine e grado (una delle quattro della provincia di Bari), impegnate a realizzare azioni di prevenzione e di contrasto ai fenomeni dell’illegalità. L’Istituto, chiamato ad avviare una rete di contatti con le Istituzioni Scolastiche del territorio, si propone come centro di promozione culturale e sociale per diffondere la cultura della legalità, per consentire agli studenti di riscoprire il valore interculturale che orienti il processo educativo nel segno dell’autoformazione, della conoscenza, della tolleranza e dell’interazione fra le diverse culture.